Seguici su

Parere motivato del CUAV

Il Comitato urbanistico di area vasta (CUAV) è l'organo collegiale introdotto dalla L.R. n.24/2017, istituito presso la Provincia di Ferrara (soggetto di area vasta), la cui finalità è di coordinare e integrare in un unico provvedimento (parere vincolante):

  • l’esercizio delle funzioni di partecipazione del livello territoriale con competenze più ampie all’approvazione del piano
  • il parere di sostenibilità ambientale e territoriale dell’autorità competente
  • ogni parere, nulla osta e atto di assenso, comunque denominato, richiesto dalla legge per l’approvazione del piano
  • le intese degli Enti titolari di altri strumenti di pianificazione cui lo strumento urbanistico all'esame del CUAV (PUG) apporti variante o ne assuma il valore e gli effetti ai sensi, rispettivamente, degli artt. 52 c.4 e 51 c.4 della L.R. 24/2017

Il CUAV esprime un parere motivato sul piano adottato ai sensi dell’art.46, c.2, della LR.n.24/2017, avente effetti vincolanti ai fini dell’approvazione del Piano Urbanistico Generale (PUG).

Il CUAV è formato necessariamente dai seguenti componenti ai sensi dell’art. 47, c.2, lettera c, che partecipano con voto deliberativo:

  • il rappresentante unico della Provincia di Ferrara, con la funzione di Presidente del Comitato stesso, anche in qualità di autorità competente alla valutazione ambientale del piano ai sensi dell’art. 19, c. 33, della L.R. n. 24/2017
  • il rappresentante unico della Regione Emilia Romagna, con funzione di monitoraggio e supporto
  • il rappresentante unico del Comune titolare dello strumento urbanistico all'esame del CUAV
  • eventualmente i rappresentanti unici degli Enti chiamati ad esprimere l'intesa sul piano ai sensi degli artt. 51 c.4 e 52 c.4 della L.R. 24/2017

Partecipano ai lavori del a CUAV, con voto consultivo:

  • ARPAE e ogni altro Ente o organismo (AUSL, MIBACT Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paeasggio, Agenzia Regionale Sicurezza Territoriale e Protezione Civile, Consorzio di bonifica, Autorità di Bacino, CADF, Settore Valutazione di Incidenza R.E.R., etc) competenti al rilascio dei pareri, nulla osta e atti di assenso, comunque denominati, richiesti alla legge per il piano in via di approvazione.

Ogni ente o amministrazione, facente parte del CUAV o chiamato a partecipare ai lavori con voto consultivo, è rappresentato da un unico soggetto abilitato ad esprimere definitivamente e in modo univoco e vincolante la posizione dell'ente o dell'amministrazione stessa.

Ciascun Comitato Urbanistico per l'esercizio dei propri compiti si avvale di una Struttura Tecnica Operativa (STO), che svolge l'istruttoria preliminare degli strumenti di pianificazione sottoposti al parere del CUAV e cura altresì gli adempimenti per la costituzione e il funzionamento dello stesso. La legge richiede, all'ente territoriale presso cui è incardinato il Comitato Urbanistico (la Provincia), la costituzione della STO. La struttura opera con il contributo istruttorio dei soggetti che intervengono ai lavori del CUAV, per integrare le loro valutazioni nel parere finale.

Ai sensi dell'art. 46 commi 2 e 4, il CUAV esprime il parere motivato sul PUG in ordine:

  • al rispetto dei limiti massimi di consumo di suolo stabiliti dalle legge urbanistica regionale e della disciplina delle nuove urbanizzazioni
  • alla conformità del piano alla normativa vigente e alla coerenza dello stesso alle previsioni di competenza degli altri strumenti di pianificazione
  • sostenibilità ambientale e territoriale del piano con riferimento ai profili definiti dall’art. 46, c.4, lett. c, L.R. 24/2017 (obiettivi di protezione ambientale e di qualità urbana, ragionevolezza delle scelte effettuate rispetto alle alternative individuate dal documento di Valsat, possibili impatti significativi sull'ambiente e sul territorio derivanti dalle scelte di piano, misure previste ad impedire, ridurre o compensare tali impatti, adeguatezza delle dotazioni territoriali, infrastrutture e servizi pubblici di cui è prescritta la realizzazione o l'ammodernamento, indicatori territoriali e ambientali prescelti, modalità di svolgimento del monitoraggio)
  • intesa dell’ente titolare, nel caso di piano in variante ad altro strumento urbanistico o che ne assuma il valore e gli effetti

Il Comune di Fiscaglia ha trasmesso il PUG adottato al Comitato Urbanistico di Area Vasta (CUAV) della Provincia di Ferrara con nota prot. 1545 del 19.01.2024, ai fini dell'espressione del parere motivato ai sensi dell'art. 46, comma 2, della L.R. 24/2017 da rendere entro i termini previsti dal medesimo comma (120 giorni dal ricevimento).

In data 26.01.2024 si è svolta la prima seduta di Struttura Tecnica Operativa (STO) di supporto al CUAV (verbale della 1^ seduta di STO), nella quale è stata attestata la completezza della documentazione tecnica e amministrativa presentata e si è ritenuto di proporre la presentazione del PUG al CUAV e la conseguente discussione, nella 1^ seduta convocata per il giorno 08.02.2024, focalizzando la presentazione a partire da alcuni elementi meritevoli di approfondimento, relativamente a Quadro Conoscitivo Diagnostico, Strategia, Valsat, approfondimenti locali del territorio urbanizzato, recepimento tematiche PTCP successive all’approvazione degli strumenti vigenti (PRG), classificazione acustica e tematiche di natura idraulica, da approfondire nell’ambito di un tavolo tecnico esteso a tutti componenti della STO tenutosi in data 15.02.2024 (Allegato 4 Verbale tavolo tecnico inerente al Rischio idraulico del 15.02.2024 allegato al verbale della 1^ seduta del CUAV).

La prima seduta del CUAV, convocata dal Presidente con nota PG 2432 del 26.01.2024, si è tenuta il giorno 08.02.2024 (verbale della 1^ seduta di CUAV e relativi Allegato 1 Presentazione del PUG adottatoAllegato 2 Prime considerazioni istruttorie e richiesta di integrazioni/chiarimenti da parte della RER, Allegato 3 Richieste di integrazioni della Provincia di FerraraAllegato 4 Verbale tavolo tecnico inerente al Rischio idraulico del 15.02.2024), con le seguenti modalità, recepite dal Comitato stesso sulla base di quanto proposto dalla STO ai fini dell’organizzazione dei lavori:

  • insediamento del Comitato
  • illustrazione del PUG da parte del Comune (Allegato 1 Presentazione del PUG adottato) focalizzata sugli aspetti trattati durante la seduta di Struttura Tecnica Operativa
  • formulazione delle richieste di chiarimenti e integrazioni da parte del CUAV.

Congiuntamente al verbale, il CUAV ha trasmesso al Comune con nota PG 6542 del 04.03.2024 i seguenti pareri/comunicazioni pervenuti dagli Enti al fine di predisporre quanto richiesto:

Per effetto delle richieste di integrazioni o chiarimenti formulate dai componenti del Comitato i termini del procedimento sono stati sospesi dalla data della prima seduta del CUAV e gli stessi hanno ripreso a decorrere, per la parte residua, dalla data di ricevimento della documentazione /chiarimenti ai sensi dell'art. 46, c.3, della L.R. 24/2017.

A seguito della trasmissione della documentazione integrativa, resa disponibile al Comitato Urbanistico in data 28.03.2024 (documentazione relativa allo svincolo paesaggistico) e in data 10.04.2024 (documentazione inerente le integrazioni richieste dai componenti del Comitato), il Presidente del CUAV ha comunicato ai componenti con nota PG 11635 del 16.04.2024, la ripresa dei termini del procedimento e la data (19.07.2024) entro la quale dovrà essere espresso il parere motivato sul Piano (art. 46, c.2 e 5, L.R. 24/2017). Sono state inoltre calendarizzate tre sedute di STO rispettivamente in data 19.04.2024, 08.05.2024 e 16.05.2024, al fine di condurre gli approfondimenti istruttori necessari per addivenire ad una valutazione tecnica condivisa sul Piano, da sottoporre all'espressione del Comitato nella seduta conclusiva fissata per il giorno 29.05.2024 ed è stato fissato il termine del 20.05.2024 per la trasmissione dei pareri di competenza da parte dei componenti. 

In data 19.04.2024 si è svolta la seconda seduta di Struttura Tecnica Operativa (STO) di supporto al CUAV (verbale della 2^ seduta di STO), nella quale si è proceduto con l'illustrazione da parte del Comune delle integrazioni del PUG prodotte (Allegato A e Allegato B al verbale) e sono stati formulati i primi riscontri sui contenuti delle stesse da parte degli Enti. Con riferimento alla presentazione svolta e al documento di Controdeduzioni alle osservazioni del CUAV trasmesso insieme alle integrazioni al PUG adottato e predisposto dall’Ufficio di Piano quale guida alla lettura degli approfondimenti svolti al fine di illustrare le modalità di recepimento negli elaborati del PUG, la STO ha concordato di ritenere le integrazioni presentate formalmente complete rispetto ai temi osservati.

In data 08.05.2024 si è svolta la terza seduta di Struttura Tecnica Operativa (STO) di supporto al CUAV (verbale della 3^ seduta di STO),  nella quale si è proceduto con l'illustrazione da parte del Comune (Allegato B al verbale) dell'approfondimento inerente il tema del rischio idraulico, come articolato nelle diverse parti del piano (Strategia, Disciplina, Valsat, etc.) e sono stati formulati i riscontri dei partecipanti sull'argomento. Tali approfondimenti sono stati ritenuti adeguati e rispondenti alle richieste formulate dagli enti. Sono state esposte inoltre le valutazioni inerenti gli altri argomenti oggetto di richieste da parte dei componenti del CUAV (approfondimenti territorio urbanizzato, coerenza/conformità del PUG ai Piani provinciali PTCP, POIC, PLERT) e si è dato atto dei pareri degli Enti con voto consultivo trasmessi finora al Comitato (Allegato A al verbale) di seguito elencati:

  • AUSL – parere favorevole con prescrizioni
  • AIPO-Comunicazione di non competenza sul PUG Fiscaglia
  • Regione Emilia-Romagna, Settore aree protette, Foreste e sviluppo zone montane, Area Biodiversità-Valutazione di incidenza con esito positivo con prescrizione
  • TIM spa-parere favorevole con indicazioni progettuali
  • CADF spa-parere favorevole in qualità di gestore del Servizio Idrico Integrato.

In data 14.05.2024 si è svolta la quarta seduta  di Struttura Tecnica Operativa (STO) di supporto al CUAV (verbale della 4^ seduta di STO),  nella quale si è proceduto con l'illustrazione da parte del Comune (Allegato A al verbale) dell'approfondimento inerente la Valsat (sistema valutativo delle trasformazioni, monitoraggio, esempi applicativi, etc.) e sono stati formulati i riscontri dei partecipanti sull'argomento ed ulteriori valutazioni inerenti la presenza nel territorio comunale dei maceri quali elementi di interesse storico-testimoniale. Sono stati inoltre confermati, il termine del 20.05.2024 assegnato ai componenti per l’espressione dei rispettivi pareri di competenza e la seduta conclusiva del CUAV prevista per il 29.05.2024. Con nota prot. 11442 del 22.05.2024, il Comune di Fiscaglia ha trasmesso al CUAV ulteriori approfondimenti inerenti le aree escluse da vincolo paesaggistico, ex art 142, comma 2, D.Lgs. 42/2004.

La seduta conclusiva del CUAV, convocata dal Presidente con nota PG 16406 del 23.05.2024, si è svolta in data 29.05.2024 (verbale della seduta conclusiva di CUAV e relativi Allegato 1 “Documento Controdeduzioni alle osservazioni del CUAV e Verbali delle sedute delle STO di approfondimento tematico” e Allegato 2 “Contributo valutativo del Rappresentante Unico Regionale nel Comitato Urbanistico di Area Vasta (CUAV) della Provincia di Ferrara a seguito dell’istruttoria del Gruppo Interdirezioni per le politiche di governo del territorio e Allegato”) aprendosi con una sintesi del procedimento in corso e dei contributi degli Enti componenti il CUAV con voto consultivo, pervenuti nell'ambito dei vari momenti di consultazione e sedute del Comitato (Allegato 1 al verbale) tra i quali:

  • AUSL, parere di competenza per gli aspetti igienico-sanitari favorevole con prescrizioni per la fase attuativa;
  • AIPO, comunicazione di non competenza;
  • Regione Emilia-Romagna, Settore Aree Protette, Foreste e sviluppo zone montane, Area biodiversità-Valutazione di incidenza con esito positivo con prescrizione;
  • TIM spa, parere favorevole con indicazioni progettuali;
  • CADF spa, parere di competenza in qualità di gestore del Servizio Idrico Integrato favorevole;
  • Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile – Settore sicurezza territoriale e protezione civile distretto Reno – UT di Ferrara, parere di competenza in materia di sicurezza idraulica e della navigazione e di protezione civile favorevole con indicazioni delle rettifiche da apportare agli elaborati del Piano;
  • Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per la Città metropolitana di Bologna e le provincie di Modena, Reggio Emilia e Ferrara, parere di competenza relativo alla tutela paesaggistica, monumentale e archeologica con indicazioni per il perfezionamento della Tavola dei Vincoli, della Valsat e della Disciplina.

La seduta è proseguita con l'illustrazione dell'attività istruttoria svolta dalla STO che ha avuto ad oggetto l’esame delle integrazioni documentali prodotte dal Comune, finalizzando gli approfondimenti a quei profili che erano stati attenzionati nella prima seduta di Comitato e nel successivo Tavolo tecnico sulla pericolosità idraulica. Quale guida alla lettura degli approfondimenti svolti dall’Ufficio di Piano, è stato predisposto un documento di Controdeduzioni alle osservazioni del CUAV, trasmesso al Comitato insieme alle integrazioni al PUG adottato. Tale documento, sarà allegato al verbale della seduta conclusiva unitamente ai verbali delle sedute delle STO di approfondimento tematico.

Durante la discussione sono state espresse le posizioni dei componenti necessari del Comitato (anticipando in particolare le valutazioni della Provincia formalizzate successivamente con Decreto del Presidente) ed eventualmente dei componenti con voto consultivo, in merito agli aspetti che necessitavano di essere portati a sintesi in tale seduta in quanto non compiutamente risolti nell'ambito dell'attività istruttoria della STO (coerenza con la pianificazione di rango provinciale, disciplina delle nuove urbanizzazioni, aree per l'urbanizzazione degli insediamenti e per attrezzature e spazi collettivi, perimetro del Territorio Urbanizzato, fabbricati definiti opere incongrue - detrattori di paesaggio, ricognizione dei vincoli paesaggistici, perimetrazione delle aree escluse da vincolo paesaggistico).

Sono stati illustrati inoltre gli esiti degli approfondimenti condotti nell’ambito dell’attività istruttoria svolta dalla STO (tra cui le valutazioni della Regione Emilia-Romagna dettagliate nel Contributo Valutativo del Rappresentante Unico Regionale di cui all'Allegato 2 del verbale della seduta conclusiva di CUAV) e portati a sintesi, a titolo di indirizzo per la redazione del parere motivato, gli elementi di condivisione emersi dal lavoro istruttorio valutati nella seduta conclusiva di CUAV, in relazione al tema della sicurezza territoriale nelle aree golenali del Po di Volano e le indicazioni condivise per il perfezionamento dei documenti di Piano ai fini della sua approvazione (SQUEA, Quadro Conoscitivo Diagnostico, documento di Valsat, Tavola e Schede dei Vincoli, Disciplina di Piano). 

Il verbale della seduta conclusiva, redatto dalla STO su incarico del CUAV, sarà funzionale alla predisposizione del conseguente parere motivato espresso del Comitato.

A seguito della seduta conclusiva del CUAV, la Provincia di Ferrara si è espressa sulle materie di sua competenza con il Decreto del Presidente n. 75 del 09.07.2024 ad oggetto “CUAV DELLA PROVINCIA DI FERRARA - PUG DEL COMUNE DI FISCAGLIA ADOTTATO CON DCC N. 58 DEL 15/12/2023, AI SENSI DELL'ART. 46 DELLA L.R. 24/2017. DETERMINAZIONE DELLA PROVINCIA DI FERRARA AI FINI DELL’ESPRESSIONE DEL PARERE MOTIVATO (ART. 46, L.R. 24/2017) COMPRENSIVE DELLA VALUTAZIONE AMBIENTALE (ARTT. 18 E 19, L.R. 24/2017) E DELLA VALUTAZIONE DI COMPATIBILITA’ CON IL RISCHIO SISMICO (ART. 5, L.R. 19/2008) ”.

Il parere motivato espresso dal CUAV ai sensi dell'art. 46 comma 2 della LR 24/2017, dovrà essere trasmesso dalla Provincia di Ferrara entro il 19.07.2024. Trascorso inutilmente tale termine si considera espressa una valutazione positiva ai sensi dell'art. 46, comma 5, della L.R. 24/2017.

In conformità all'art. 46, comma 6, della L.R. 24/2017, entro sessanta giorni dal ricevimento del parere ovvero dalla scadenza del termine per la sua espressione, il Consiglio Comunale approverà il PUG, previo adeguamento degli elaborati di Piano al parere motivato del CUAV, apportando le opportune revisioni. Il parere è comunque vincolante per i profili di cui al comma 4 del medesimo articolo.

torna all'inizio del contenuto