Seguici su

Assegno per nuclei con figli minori

Lo Stato ha introdotto, in via transitoria, l'Assegno Temporaneo per i nuclei in cui sono presenti figli minori in attesa che vada a regime l'assegno unico universale che dovrà riordinare e semplificare le misure a sostegno dei minori di 18 anni.

Lo Stato ha introdotto, in via transitoria, l'Assegno Temporaneo per i nuclei in cui sono presenti figli minori in attesa che vada a regime l'assegno unico universale che dovrà riordinare e semplificare le misure a sostegno dei minori di 18 anni.
La domanda può essere presentata a partire dal 1° Luglio 2021 e fino al 31 Dicembre 2021 attraverso i seguenti canali:

1. Portale web, utilizzando l’apposito servizio online raggiungibile direttamente dalla homepage del portale INPS, accedendo tramite le proprie credenziali;
2. Contact Center integrato, chiamando il numero verde 803 164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164 164 (da rete mobile a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori);
3. Patronati, utilizzando i servizi offerti gratuitamente dagli stessi.
Per le domande che saranno presentate entro il 30 Settembre 2021 l’assegno temporaneo sarà riconosciuto dal mese di Luglio 2021.
In caso di presentazione successiva, la prestazione sarà riconosciuta a partire dal primo giorno del mese di presentazione della domanda.

Il richiedente l’assegno temporaneo, al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata del beneficio, deve essere in possesso di tutti i seguenti requisiti:

- essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell’Unione Europea, o suo familiare, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero essere cittadino di uno Stato non appartenente all’Unione Europea in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o del permesso di soggiorno per motivi di lavoro o di ricerca di durata almeno semestrale;
- essere soggetto al pagamento dell’imposta sul reddito in Italia;
- essere residente e domiciliato in Italia con i figli a carico sino al compimento del diciottesimo anno d’età;
- essere residente in Italia da almeno due anni, anche non continuativi, ovvero essere titolare di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato di durata almeno semestrale;
- essere in possesso di un indicatore della situazione economica equivalente ( ISEE ) in corso di validità, calcolato ai sensi dell’articolo 7, decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 159 ( ISEE minorenni).

Per maggiori informazioni visitare il seguente indirizzo Internet

https://www.inps.it/prestazioni-servizi/assegno-temporaneo-figli-minori

torna all'inizio del contenuto